Il capolavoro Breaking Bad

22 agosto 2015 | Marco | Stampa articolo |
Il capolavoro Breaking Bad
Arte Moda e Cinema
0

In America, molto più che i film, stanno riscuotendo un vero e proprio successo le serie televisive. Tra queste alcune sono diventate dei veri e propri cult, come ad esempio Breaking Bad, che con le sue 5 stagioni, dal 2008 al 2013 ha letteralmente drogato milioni di telespettatori. Chi non ha potuto seguire questo capolavoro, recensito eccellentemente dalla critica, riconosciuto tra le migliori serie mai realizzate e vincitore di moltissimi premi, può approfittare della moderna tecnologia e guardare i 62 episodi di Breaking Bad in streaming su portali online come Infinity tv o altri. Potrà allora solo confermare che interpretazioni, sceneggiatura e regia sono realmente superiori alla maggior parte delle serie tv che vengono proposte e la trama risulta avvincente quanto mai. E tuttavia si ritroverà, quando avrà terminato di vedere l’ultimo episodio, con lo stesso amaro in bocca di quanti terminata la quinta stagione, hanno scoperto che non ci sarebbe stato nessun proseguimento. Nessuna sesta stagione per questa serie che è stata accolta con così grande successo e che ha avuto anche un elevato impatto mediatico, tanto che tutti i più importanti quotidiani e le riviste di tutto il mondo hanno dedicato, un articolo, un trafiletto o una pagina a Breaking Bad, evidenziandone i record ottenuti, i premi e il successo. Un successo confermato anche dalle visualizzazioni dell’ultima puntata negli Stati Uniti: oltre 10 milioni di persone incollate alla tv per salutare i protagonisti di Breaking Bad.

Ma come nasce il fenomeno e il successo delle serie televisive? Le prime serie tv nascono già alla fine degli anni Cinquanta (in Italia la prima serie tv trasmessa è stata Le avventure di Rin Tin Tin), ma solo negli anni Novanta ha inizio quel processo di trasformazione da semplice intrattenimento televisivo a programma cult. Serie come Twin Peaks, X-Files, I Sopranos, NCIS e molte altre sono diventate dei pilastri della televisione e i loro personaggi sono stati resi celebri dal successo di questo genere. Un successo che è stato ampiamente raggiunto anche da Breaking Bad, ideata da Vince Gilligan (che già aveva lavorato alla regia e produzione di X-Files).
Ma per far diventare una serie da semplice intrattenimento televisivo a cult bisogna trovare gli ingredienti giusti. Cosa ha reso quindi così celebre questa e, in passato, le altre serie tv? Il successo di Breaking Bad, secondo i critici, è dato dalla normalità, ossia dal raccontare la vita di un personaggio comune, nel quale molte persone potevano riconoscersi. Le cinque stagioni di Breaking Bad narrano della vita di Walter White, dei suoi problemi famigliari, delle sue difficoltà economiche e del suo riscatto nella società, anche se tale riscatto avviene in modo moralmente discutibile. Ma non solo: Walter White è un malato terminale e forse anche per questo motivo il pubblico lo ha ‘perdonato’, perché tutte le sue azioni sono rivolte non tanto al suo benessere, ma a quello della famiglia nel momento in cui lui non ci sarà più. Walter White non è un eroe: le serie con gli eroi e i supereroi piacciono e piacciono molto, ma non permettono l’immedesimazione, quindi non potranno mai avere il successo che ha avuto Breaking Bad. Walter White, infatti, è un uomo che ha paura, paura di dover lasciare un figlio affetto da paresi celebrale, una bimba appena nata e la moglie: per questo motivo si reinventa produttore di metanfetamine e, grazie alla collaborazione di un suo ex allievo, inizia ad immetterle sul mercato, con tutte le conseguenze che ne derivano, fatte di intrighi, avventure, affari, soldi e crudeltà.

Ma naturalmente, a supporto di un personaggio significativo e di una storia trainante, il successo è dato anche da elementi tecnici. La narrazione è precisa ed attenta e riesce a sottolineare moltissimi aspetti della società occidentale di oggi, sia etici e morali che prettamente pratici e burocratici. La fotografia e i colori, inoltre, riescono a mettere sempre in evidenza sfumature e particolari del deserto e a ricondurle agli umori e alle sensazioni del contesto. Inoltre, la particolare novità è quella dei dettagli tecnici e chimici sulla produzione delle droghe: ogni formula ed ogni procedimento vengono riportati e spiegati con attenzione e precisione, da vero chimico. Puntate mai autoconcludenti ed una trama orizzontale che accompagna lo spettatore per tutte e cinque le serie sono un’altra componente del successo di Breaking Bad.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su