Influenza aviaria dalla Cina

9 aprile 2013 | Redazione | Stampa articolo |
Influenza aviaria dalla Cina
Attualità
0

Ad inizio Aprile, il World Health Organizzation (WHO) ha riportato 21 casi di infezione aviaria di tipo A (H7N9) in Cina. Questo quanto riporta il Centro per il controllo e la prevenzione della malattie (CDC) sito governativo.

Ad oggi non sono stati riportati casi di aviaria al di fuori della Cina e non ci sono casi di trasmissione tra persona e persona.  La malattia, come riporta il sito governativo, porterebbe in alcuni casi anche alla morte.

E’ in corso l’indagine su 530 casi di infezione che potrebbero trasformarsi nella malattia.

Il governo cinese sta studiando questo evento e ha aumentato la sorveglianza della malattia. potrebbero essere scoperti ulteriori casi a seguito dei test retrospettivi dei casi recentemente segnalati con infezione respiratoria grave che erano precedentemente non riconosciuti. Una taskforce intergovernativa è stata formalmente stabilita, con il Servizio Sanitario Nazionale e la Commissione di pianificazione familiare che porta il coordinamento con il Ministero delle Politiche Agricole e di altri ministeri chiave. Il settore della sanità animale ha intensificato le indagini per le possibili sorgenti e serbatoi del virus.

Risultati dei test preliminari forniti dal Centro collaboratore OMS in Cina suggeriscono che il virus è sensibile agli inibitori della neuraminidasi (oseltamivir e zanamivir).

OMS non prevede restrizioni in merito a viaggi verso e da la Cina.

 

 

fonti: http://www.who.int/csr/don/2013_04_07/en/index.html

http://www.cdc.gov/flu/avianflu/h7n9-virus.htm

Torna su