Andare per la Tangente! (Forse)

26 luglio 2013 | Giorgia | Stampa articolo |
Andare per la Tangente! (Forse)
Costume e Società
0

La prima definizione di TANGENTE che, almeno alla qui presente, viene in mente è: SOMMA di denaro “donata” a fine di corruzione.
Ma qualsiasi professore di MATEMATICA potrebbe risentirsi dell’ INSUFFICIENZA di tale definizione (il mio no, lui il 6 politico lo conosceva a perfezione), DATO che in geometria la tangente rappresenta una linea retta che interseca un’ altra figura geometrica in un PUNTO in comune. Ne RISULTA il modo di dire “andare per la tangente” che vuole indicare l’allontanamento di un punto comune e, nell’ esempio specifico del discorso, deviare l’argomento su un qualcosa che non ha niente a che vedere con ciò di cui si sta parlando, ap(PUNTO).

Perché è nato Internet?
Durante il periodo della Guerra Fredda il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti decise di elaborare un sistema di comunicazione, che permetteva la condivisione di dati fra computer e garantiva la trasmissione di informazioni anche in caso di conflitto, così nacque la rete sperimentale ARPANET. In semplice parole la necessità alla quale internet rispondeva era quella di mettere in contatto, essere una inter-connessione tra una rete centrale ed altre periferiche.
Qualche tempo più tardi, nel 1991, con il World Wide Web iniziò l’avvento di internet per come oggi lo conosciamo.
Ma cosa rappresenta davvero Internet?
Un ciclo continuo di cui è PRODOTTO e FATTORE di MOLTIPLICAZIONE, è comunicazione e libera informazione, il tutto (a)governato dalla condivisione.

“Il crowdfunding è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone ed organizzazioni. È un processo di finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. Il termine trae la propria origine dal crowdsourcing, processo di sviluppo collettivo di un prodotto”, Wikipedia docet!
Rimanendo nel medesimo contesto, Kickstarter è un sito web fondato proprio su tale “sentimento” di sostegno e supporto, è uno spazio virtuale dove le proprie idee e progetti sono sottoposte alla valutazione della rete e dove ognuno può decidere di investire, ma non per trarne un guadagno in denaro, solo per la scelta di essere, anche se solo in piccola parte, artefice di quel progetto. E forse è proprio questo Internet!
Tra i tanti progetti realizzate dalla rete di Kickstarter, troviamo:
[list][item icon=”9881″ ]Ardusat[/item][/list]un piccolo satellite, del peso di meno di un chilo, dove tutti coloro che hanno investito in questo progetto possono compiere il proprio esperimento nello Spazio.
[list][item icon=”9881″ ]Pebble[/item][/list]un orologio da polso che si connette con l’iPhone.

[list][item icon=”9881″ ]Lowline[/item][/list]Il primo parco sotterraneo di New York, costruito in una stazione della metropolitana fuori servizio dal ’48 che utilizzerà l’energia solare per l’illuminazione.

[list][item icon=”9881″ ]Inocente[/item][/list]corto documentario vincitore di un Oscar.

[list][item icon=”9881″ ]Continuum Fashion[/item][/list]un’app per mettere la stampa 3D al servizio della moda. Gli utenti inviano i loro disegni e Continuum Fashion realizza gli abiti.

 

Adesso qual’è il PUNTO? Possiamo vederla così, la figura geometrica è internet, la tangente è il sito, ad esempio nel caso specifico è Kickstarter, ma il PUNTO vero in comune è la condivisione e la voce che chiunque ha il potere e il diritto di utilizzare.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su