Perché sogniamo, e come vanno interpretati i sogni

11 luglio 2016 | Marco | Stampa articolo |
Perché sogniamo, e come vanno interpretati i sogni
Costume e Società
0

I sogni non sono solo una fonte di divertimento o di dispiacere, ma una componente per certi versi fondamentale per la formazione del nostro carattere, e per la stratificazione delle nostre esperienze. Il fatto che il sogno non rappresenti direttamente la realtà, infatti, non significa che non abbia un suo peso a livello esperienziale: sognare significa anche rielaborare i ricordi, superare quelli più difficili da digerire, e fissare nella memoria quelli più importanti per il prosieguo della nostra vita. Senza poi considerare che, stando ad alcune affascinanti teorie molto antiche, i sogni sarebbero anche in grado di tracciare la strada del nostro futuro. Vediamo dunque di capire perché sogniamo, e come è possibile interpretare i nostri sogni.

Sogno ergo sum

Noi siamo quello che sogniamo. Stando allo studio condotto da International Journal of Dream Research, infatti, il sogno è un meccanismo cerebrale fondamentale per elaborare e per fissare le nostre esperienze quotidiane nella nostra memoria. Il motivo è dovuto alla conformazione fisica del nostro cervello che, durante la veglia, tende a separare ricordi con esperienze, impedendo alle due di fondersi per creare quel complesso fondamentale che ci permetterebbe di affrontare la vita quotidiana basandoci sulle esperienze del passato. Durante il sonno, invece, questi settori del cervello entrano continuamente in contatto, fortificando la relazione fra ricordi e realtà, e aiutando a fissare tali ricordi nella parte senziente della nostra mente. Così da potervi accedere anche durante la veglia, nel giro di pochissime frazioni di secondo. Sognare è dunque indispensabile per armonizzare il cervello e per riorganizzare i ricordi in un modo congruo e ‘razionale’.

I sogni: razionalità e metafisica a confronto

I sogni non rappresentano solo un meccanismo di razionalizzazione delle esperienze del nostro passato, ma anche un modo per poter intravedere una breccia nel nostro futuro. Esistono infatti diverse teorie che sostengono che i sogni conservano, al loro interno, numerosi indizi da tradurre per poter scoprire cosa ci aspetta al nostro risveglio. D’altronde sarebbe altrimenti impossibile spiegare razionalmente molte delle cose che avvengono durante i nostri sogni, e che invece potrebbero indicare qualcosa di metafisico, magari un messaggio divinatorio. In questo senso, la pagina web di DonnaD.it potrà aiutarvi a trovare la migliore interpretazione dei sogni dalla A alla Z, così da cogliere qualsiasi messaggio nascosto.

Nostalgia dei sogni? Ecco come tornare a sognare

I sogni sono molto capricciosi: tutti noi sogniamo, ma può capitare di attraversare periodi meno prolifici e, soprattutto, con sogni che non ricordiamo al nostro risveglio. Per risolvere questo problema, esistono dei trucchi: innanzitutto dovrete tornare a dormire il giusto, magari abolendo i pisolini quotidiani e concedendovi almeno 8 ore di sonno a notte. Inoltre, il consiglio è anche quello di dormire in un ambiente che possa fornire qualche stimolo sensoriale (come ad esempio un rumore o una fonte di luce), senza per questo impedirvi di dormire.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su