Ti rubo l’identità

6 dicembre 2013 | Redazione | Stampa articolo |

Nella puntata di Report del 28 ottobre 2013 di Di Giuseppe Laganà si parla di identità rubate. In un anno e mezzo la Polizia Postale ha contato 93.815 denunce per furto d’identità on line e l’agenzia anticrimine dell’Unione Europea stima che solo il 30% è segnalato alle autorità competenti.

322 comuni italiani sarebbero stati vittime di attacchi informatici da gennaio ad agosto 2013. Le informazioni rubate sono vendute sul mercato nero, utilizzate per rubare dai conti correnti e anche a scopo estorsivo. Il business, a livello globale, si aggirerebbe tra i 100 e i 500 miliardi di dollari.

State attenti, non condividete le informazioni più sensibili e fornitevi di un sistema antivirus sempre aggiornato. Meglio non cliccare su tutto quello che trovate in rete e fidatevi solo dei siti che hanno una propria identità certificata.

Purtroppo, i crimini online aumentano in modo esponenziale e ogni giorno tantissimi ignari utenti, condividono informazioni sensibili, soprattutto sui social network senza sapere minimamente che quelle informazioni potrebbero essere usate contro di loro.

Anche le vostre foto, quelle che postate in rete, su qualunque social network, possono essere utilizzate su internet da malintenzionati per scopi di lucro associandole ai fini più spregievoli come è anche capitato all’attore Trentalance e come spiegato anche nel report.

Quindi, ragazzi e ragazze, giovani e meno giovani, cercate di valutare sempre prima di condividere informazioni relativamente ai vostri interessi personali, carte di identità e quant’altro possa essere ritenuto un dato sensibile.

http://www.report.rai.it

Torna su