Visitare Ninfa, tra acque purissime e rigogliosa vegetazione

17 agosto 2013 | Redazione | Stampa articolo |
Visitare Ninfa, tra acque purissime e rigogliosa vegetazione
Costume e Società
0

Quest’anno a causa della crisi molte persone non sono partite per le vacanze, non c’è da disperarsi! Si possono visitare dei luoghi nei dintorni molto suggestivi e che magari non abbiamo neanche mai visto. Tra questi c’è il fantastico giardino di “Ninfa”, tra vegetazione, rovine, acque purissime e fiori di ogni specie. Il “Giardino di Ninfa” custodisce le rovine di una città medievale, incendiata e saccheggiata più volte e poi abbandonata dai suoi abitanti. Oggi, intorno alle rive di un laghetto, sono rimasti i ruderi di un borgo fantasma, con le sue mura, le torri, le chiese e le abitazioni. Nel 1920 il principe Gelasio Caetani decise di bonificare questa proprietà, con l’intento di realizzare lo splendido giardino che ancora oggi si ammira. La sua opera fu proseguita da donna Lelia, ultima esponente della famiglia, che sistemò questo splendido parco romantico, ricco di specie esotiche e ornato da fantasiosi giochi d’acqua. Nel 1977, alla sua morte, Ninfa fu donata alla fondazione Roffredo Caetani. Il giardino è stato concepito da Leila Caetani all’inglese, le piante e tutta la vegetazione sono libere di esprimersi così come la natura vuole, senza costrizioni e con un impercettibile intervento dell’uomo, a differenza dei famosi giardini all’italiana. Il costo della visita è di 10 euro e di solito si può ammirare in modo migliore durante il periodo primaverile ed estivo, quando quasi tutti gli alberi e i giardini sono fioriti. E’ un’ottima meta per trascorrere due ore immersi nella natura, a contatto con acque bellissime dal color smeraldo. Nelle vicinanze ovviamente tutti i borghi dei monti Lepini, tra cui il più vicino è Sermoneta con il suo meraviglioso castello, il belvedere e un’ottima cucina. Dunque se siete a casa annoiati, cosa aspettate? La natura e il buon cibo vi aspettano!

Annalisa Marcello

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su