Apre Cinecittà World… Si ma la Pontina?!

Il parco a tema alle porte di Roma potrebbe mettere in ginocchio il traffico sulla Pontina

4 luglio 2014 | Paolo M | Stampa articolo |
Apre Cinecittà World… Si ma la Pontina?!
Notizie locali
0

Apre ufficialmente il 10 Luglio, il primo parco a tema dedicato al cinema: Cinecittà World.

Situato alle porte di Roma, proprio vicino al noto  “Castel Romano Outlet”, punta ad ospitare circa 4 milioni di turisti l’anno, offrendo attrazioni fin ora mai viste in Italia. Il parco, una volta interamente completato, si estenderà su 140 ettari e comprenderà, oltre a Cinecittà World, anche l’area commerciale The Village, con negozi, ristoranti e cinema oltre a una grande area naturalistica: Cinecittà Natura.

Insomma, sembra che gli azionisti di maggioranza di questo progetto (Luigi Abete, Andrea e Diego Della Valle, Aurelio De Laurentiis e la Famiglia Haggiag) non abbiano messo limiti ai loro progetti: costruire il parco a tema più grande d’Italia – se non d’Europa – con attrazioni mai viste e per tutte le età.

Peccato non aver pensato anche al problema di come raggiungerlo!

Forse il fatto che la SR 148 Pontina, una delle strade peggiori nella classifica italiana per pericolosità ed inadeguatezza, sia l’unica via percorribile per chi proviene da Roma doveva essere preso in maggiore considerazione.
Anche il fatto che sia la più importante arteria di collegamento del basso Lazio verso la capitale e che, già attualmente, sia inadeguata a servire il quotidiano flusso di pendolari è, probabilmente, un fattore non valutato.

Quello che viene da chiedersi è: «Cosa succederà quando il parco sarà aperto? Cosa faranno i pendolari o chi dovrà percorrere la SR 148 Pontina visto che non ci sono percorsi alternativi?».

Resta solo la speranza che il così detto Corridoio Tirrenico Meridionale, progetto bloccato da decine di anni, venga finalmente sbloccato o che gli adeguamenti alle infrastrutture, fin ora promessi, siano effettuati. A meno che, questo maestoso progetto, non costituisca una motivazione valida per ottenere il consenso anche di quanti, sino ad oggi, hanno lamentato la costruzione del Corridoio Tirrenico Meridionale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su