Le perversioni vanno curate

26 ottobre 2012 | Redazione | Stampa articolo |
Le perversioni vanno curate
Notizie locali
0

“ Le perversioni vanno curate” – questo il simpatico e quanto mai eloquente striscione esposto quindi vedibile stamattina sul portone di accesso al centro sociale Cassero di Bologna.

Questo striscione rappresenta il segno di protesta  delle persone aderenti a Forza Nuova contro la decisione del comune di patrocinare il festival delle diversità LGBT che inizierà la prossima settimana

Non so se sono più tristi le parole scellerate partorite da quelle menti o la decisione di celebrare in pompa magna un festival delle “diversita” , entrambe le cose mi sembrano intrise dello stesso sentimento di avversione;con l’unica differenza che   nello striscione si palesa in tutta la sua crudeltà , mentre negli organizzatori è figlia di una non completa accettazione.

Fate parlare un omosessuale con un malato terminale, e forse potrà capire veramente cosa significa sentirsi diversi, e nello stesso tempo educate questi giovani ignoranti che forse se hanno bisogno di scrivere tali scempiaggini i perversi sono loro.

La storia si ripete ogni anno, all’avvicinarsi della data del gay pride , e ogni anno nelle stesse modalità. Le città vengono tappezzate di notte con manifesti delle solite forze politiche o peggio associazioni che si rifanno alla dottrina cristiana, e si conclude sempre con lo sdegno del politicante di turno che al momento ottiene visibilità fino alla votazione di un qualsiasi ddl che richiami un diritto civile.

Sono contrario alle manifestazioni , ai festival che celebrino qualsiasi subcultura, la vera integrazione secondo me si può e si deve ottenere in altra maniera ( la storia dello stonewall di San Francisco appare quantomeno lontana anni luce dalla cultura di opposizione Italiana ) .

La diversità

Le diversità su localhost:8085/eAprilia.it

Detto questo sono sempre più convinto dello smottamento culturale che ormai ha investito il nostro paese, l’avvenimento di oggi dovrebbe creare veramente indignazione, non solo a chi fa parte della cultura di riferimento, ma a chiunque faccia riferimento a quella cultura cristiana , alla cultura dell’accettazione.

Qui non si tratta di destra, sinistra o che dir si voglia, qui si deve cambiare la gente, e se non ci si riesce con le buone deve intervenire il legislatore. Qui bisogna smetterla di rifarci alla cultura Vaticana ormai fuori per i piu dalla solidarietà umana e imperniata dall’olezzo del potere. Qui bisogna sancire un’unica verità per la quale un bianco , un nero , un giallo , un omossessuale , un invalido ,un malato ecc deve avere la stessa dignità e la stessa opportunità di vivere la sua esistenza. E chi per negligenza , stupidità o omissione di se stesso tenta di ribaltare questo concetto deve essere punito.

 

Riferimenti articolo:

Forza Nuova, striscione shock sui muri del Cassero di Bologna

Blitz antigay notturno di Forza nuova a Bologna: le perversioni vanno curate

Torna su