Il quartiere Camilleri non è una discarica

Dalla raccolta differenziata a discarica a cielo aperto.

26 giugno 2014 | Redazione | Stampa articolo |
Il quartiere Camilleri non è una discarica
Notizie locali
0

Sono sempre più indignati gli abitanti del quartiere Camilleri di Aprilia, a seguito degli ultimi fatti che interessano il lascito di sacchi di immondizia ai bordi delle strade. L’avvento della raccolta differenziata sembrava, infatti, una nota positiva che tuttavia non sembra aver avuto il suo riscontro: percorrendo le vie del quartiere, è sempre più frequente notare come, qualche soggetto poco attento e certo poco interessato al rispetto dell’ambiente, si applichi ad abbandonare la propria immondizia per strada, in un tripudio di sacchi che, in mezzo alla bellezza del verde che il quartiere mantiene, stonano e indignano. E allora arrivano le lamentele di chi, di queste azioni, non ne può più. Di coloro che si preoccupano, giornalmente, di differenziare i rifiuti con cura ed attenzione con la finalità, non solo di rispettare il luogo in cui vivono, ma di prendersi cura di quel verde che, certo, a “Camilleri”, non manca. Il sollievo che l’avvento della differenziata aveva dunque recato agli abitanti, stanchi di passeggiare e vivere intorno a bidoni stracolmi e dal puzzo insopportabile, viene meno davanti all’incuria di sconosciuti che si ostinano ad infrangere le regole.

“Non vogliamo alzare una polemica”- afferma uno degli abitanti- “semplicemente chiedere a queste persone di adoperarsi per effettuare la raccolta differenziata, così come noi. O, qualora impossibilitati ( il quartiere nel fine settimana è infatti raggiunto da non residenti, ndr.), di buttare l’immondizia negli appositi cassonetti della città, dove ancora la differenziata non è arrivata”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su