Consigli di salute? Il web risponde…male

Una ricerca svela l'imprecisione delle informazioni diffuse dal web

28 maggio 2014 | Redazione | Stampa articolo |
Consigli di salute? Il web risponde…male
Salute e Benessere
0

Quando si parla di salute non bisognerebbe mai affidarsi alla superficialità, né, tantomeno, affidarsi alle proprie conoscenze, magari prese dalla rete. L’avvento delle nuove tecnologie può distogliere, infatti, dall’idea di consultare il proprio medico in presenza di un dubbio circa il proprio stato di salute, giacchè, ad oggi, sul web, è possibile trovare ogni sorta di consiglio o informazione rispetto al proprio caso. Tuttavia, state in allerta: non tutto quanto leggete corrisponde alla verità assoluta, anzi, molto spesso, ha una lontana parvenza di verità. Prima di tutto perché ogni caso si configura per una propria unicità, ogni soggetto presenta infatti caratteristiche fisiche e psichiche che appartengono ad esso stesso e non si fa certo rappresentate esclusivo di una più ampia popolazione. Secondariamente, ciò che il web mette a disposizione, in termini di contenuti e di consigli, spesso è impreciso, se non errato.

A confermarlo una recente ricerca pubblicata su BBC Healt e a cura dell’American Osteophatic Association: lo studio, in particolare, si è concentrato sulla celebre enciclopedia online Wikipedia riscontrando che ben il 90% delle voci considerate (circa 10, facenti riferimento alle patologie più frequenti), presentavano, da un confronto con la letteratura medica ufficiale, delle incongruenze, imprecisioni o errori. Ovviamente non è mancata la difesa di Wikipedia che critica il numero limitato delle voci considerate e rende note le tante iniziative che vedono protagonisti medici e associazioni per migliorarne i contenuti.

Noi, restiamo del parere che un computer non potrà mai sostituire un medico e voi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su